Quando si decide di ristrutturare casa ci sono molti aspetti da tenere in considerazione: dai costi alle condizioni iniziali della struttura, fino a tempistiche e possibili imprevisti

Spesso si sente il bisogno di rinnovare alcuni ambienti della propria abitazione; altre volte ristrutturare casa è proprio una necessità. In ogni caso la ristrutturazione è una procedura molto importante, sia a livello materiale che simbolico: significa l’inizio di qualcosa di nuovo, un passo verso il futuro lasciandosi alle spalle qualcosa che ha fatto parte della nostra vita. Ristrutturare casa, internamente o esternamente, per intero o solo in parte, significa dare forma a un nuovo aspetto della propria vita.

Ecco perché prima di iniziare è bene avere le idee ben chiare, tenendo a mente tutti i fattori necessari. In ogni opera di ristrutturazione ci sono delle costanti e delle variabili che è importante conoscere per non farsi trovare impreparati e cadere in preda ad ansia e stress. Conoscendo preventivamente il quadro generale, la ristrutturazione della propria casa può diventare un’attività piacevole e stimolante; avendo sotto controllo la situazione sarà possibile gestire gli inevitabili imprevisti senza stress o preoccupazioni.

Costi per ristrutturare casa

La prima domanda che ci si pone è inevitabilmente questa: quanto costa ristrutturare casa? Ovviamente, non esiste una risposta univoca a tale questione. Dipende tutto dai lavori necessari e richiesti, dalle condizioni iniziali dell’ abitazione, dalla ditta alla quale ci si affida, dalle tempistiche ed eventuali imprevisti.

A tal proposito, però, una cosa va detta sin da subito: non bisogna aver paura del prezzo. Una spesa importante oggi può significare meno interventi un domani: la ristrutturazione va considerata come un investimento sul futuro. D’altronde non c’è niente di più importante della propria casa, essendo il luogo dove si trascorre la maggior parte del tempo. Quindi la cifra investita al momento dei lavori può poi essere ammortizzata negli anni successivi, con una struttura duratura e di qualità.

Preventivo per la ristrutturazione casa: ecco alcuni costi

Fermo restando il carattere variabile della spesa finale, in base alle varie esigenze e situazioni, ci soni sono alcuni costi indicativi che possono essere presi come punto di riferimento.

Un 40% dell’importo sarà occupato dalle spese impiantistiche: impianti termici, idraulici ed elettrici sono infatti fondamentali per la funzionalità della casa. Su questi è consigliabile puntare alla miglior qualità possibile, proprio per la loro importanza. Nel dettaglio, un impianto elettrico può costare tra i 30-50€ a punto luce; mentre per punto idraulico il prezzo si aggira intorno €200/250

Demolizione e ricostruzione occuperanno circa il 30% della spesa finale. Il resto va diviso tra tinteggiatura, infissi, posa pavimenti e smaltimento. In questi casi i prezzi al m2 variano da ogni impresa edile, tra chi vi inserisce già manodopera e materiali e chi invece fa conti separati.

In ogni caso è sempre bene prestare attenzione ad agevolazioni e incentivi, che possono trasformare la ristrutturazione in un’opportunità davvero importante. Nel 2019 e 2020 erano presenti bonus molto interessanti, che potrebbero essere prorogati e riproposti anche nel 2021 vista la particolare situazione economica e sanitaria.

Ristrutturare casa “chiavi in mano” 

La seconda questione sempre aperta relativa alla ristrutturazione di una casa è quella legata alle tempistiche: quanto tempo serve per ristrutturare casa? La risposta è praticamente la stessa che per il prezzo: non esiste uno standard preciso, perché ogni ristrutturazione è diversa.

Per questo sono sempre più frequenti le proposte di servizio “chiavi in mano”: questa terminologia indica la lavorazione e consegna di un prodotto poi immediatamente pronto all’uso. In altre parole, si realizza un progetto definito e dettagliato fissando una data di fine per la quale dovrà essere completata: in quel giorno la casa sarà a disposizione degli utenti, nuova e funzionante. La soluzione “chiavi in mano” è l’ideale quando si ha una certa urgenza di rinnovare un’abitazione ma allo stesso tempo è presente una soluzione alternativa nella quale alloggiare nel frattempo. In questo modo si potranno seguire i lavori di ristrutturazione con la dovuta serenità, perché di ogni fase se ne occuperà la ditta responsabile del progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *